Shape è finalmente riuscito a decidere quale meta raggiungere. Non è stato facile – vista la miriade di alternative tra le quali scegliere – ma col tuo aiuto ce l’ha fatta. Adesso deve decidere con chi partire. La strada verso Piano di Comunicazione è ancora lunga!

 

Cosa fare una volta decisa la destinazione da raggiungere? Be’, facile: bisogna mettersi in macchina e partire! In realtà tanto facile non è, soprattutto quando la destinazione non si trova dietro l’angolo. Shape sa dove vuole arrivare: la sua meta è la fantomatica località chiamata Piano di Comunicazione. Nell’episodio uno ha dettagliato l’itinerario.

Adesso deve decidere chi lo accompagnerà in questa fantastica avventura.

piano-di-comunicazione-in-viaggio-con-shape-due-compagno

Ehi tu, titolare d’impresa, mi stai ascoltando? Non perdere di vista l’obiettivo finale: aumentare le vendite attraverso la promozione. Ma a chi si rivolge la promozione se non alle persone? Tra queste alcune sono più interessate di altre a quello che fai, al tuo lavoro, ai tuoi prodotti/servizi. E’ a loro che devi rivolgerti. Meritano la tua completa attenzione. Pensaci:

Quale miglior miglior compagno di viaggio se non i portatori d’interesse?

Shape compensa le scarse capacità organizzative con un occhio lungimirante: sa che molti saranno i suoi invitati, ma pochi quelli che effettivamente decideranno di accompagnarlo. Dipende tutto da quanto la nostra mascotte saprà essere convincente, da quanto efficace saprà essere la sua strategia di comunicazione.

Alcuni li chiamano portatori di interesse, altri stakeholders. Ma chi sono, e dove si trovano?

piano-di-comunicazione-in-viaggio-con-shape-due-stakeholders

Guardati intorno, sono tanti. Potrebbero essere praticamente chiunque! Tuttavia, siccome viviamo tempi duri – e la concorrenza è spietata – devi imparare a perseguire il sentiero del “pochi ma buoni”: meglio puntare sulla fidelizzazione di una piccola clientela piuttosto che sparare a larga gittata sulla massa indistinta di consumatori. Clienti, fornitori, finanziatori, collaboratori, organizzazioni, associazioni, gruppi di interesse. E chi più ne ha più ne metta. Sono tutti tuoi potenziali stakeholders.

Una volta individuati devi correggere il tiro, “targettizzando” in funzione di specifici criteri.

Età, sesso, area geografica, stile di vita, abitudini. E così via, in base ai fattori che più li accomuna al tuo Brand. Ti faccio un esempio sciallo: un macellaio non ha certo interesse nel contattare i vegetariani – né tanto meno farebbe loro piacere parlarci; allo stesso modo una pizzeria che usa farina senza glutine non può che trovare vantaggioso far conoscere il suo speciale servizio ai celiaci – e stai sicuro che loro stessi ringrazieranno.

Ma fai attenzione: non perdere di vista l’ambiente nel suo complesso.

Per trovare i tuoi target devi partire dalla massa per poi scremarla lentamente, non il contrario. In soldoni: non ti fissare sui singoli stakeholders. Individua una caratteristica a te utile e sulla base di quella costruisci un gruppo omogeneo. Non ti serve altro. In questo modo non dovrai affannarti a creare messaggi individuali, realizzano piuttosto un unico messaggio comune. Un notevole vantaggio, non trovi?

Ricorda: le persone hanno bisogni ed esigenze, ma anche aspettative.

piano-di-comunicazione-in-viaggio-con-shape-due-aspettative

Soddisfale e avrai fatto breccia nei loro cuori. E’ vero, non è semplice: i soggetti destinatari, pur nella loro omogeneità, hanno natura differente. Potranno avere obiettivi simili, ma non è detto – anzi, è quasi impossibile – siano perfettamente uguali. Nella peggiore delle ipotesi gli obiettivi non sono chiari neanche a loro stessi!

Le imprese sono prima di tutto fatte di persone.

La tua impresa vive di relazioni: solo utilizzandole in modo consapevole avrai successo. A tutto questo serve individuare i portatori di interesse, a questo serve la stesura di un efficace Piano di Comunicazione Integrata.

Shape ha iniziato a farsi i conti in mano.

Per scegliere i compagni di viaggio a lui più graditi sa che non può scendere a compromessi, né farsi condizionare dai sentimenti. Vorrebbe circondarsi di persone in gamba, ma sa già che molte delle sue conoscenze non saranno interessate al viaggio.

Riuscirà Shape a trovare un degno compagno di viaggi? e tu sei già riuscito a trovare il tuo, o hai bisogno di una mano?

Credits: bionicteachingheatherpeachessonstroemmartijnvandalen

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.