Lungi da me essere noioso (non potrei giammai prendermene la responsabilità!). Oggi, in barba ai tecnicismi, vi narro dell’infografica, il business del momento. Ma in chiave ironica, attraverso una breve carrellata delle “information design” più carine e divertenti. Buona lettura, pardon…buon divertimento!

L’infografica è uno strumento di comunicazione che condensa un concetto in un’immagine. In estrema sintesi, è l’informazione proiettata in forma grafica e visuale, piuttosto che testuale. Le rappresentazioni finali possono essere fisse o mobili, in 2D o tridimensionali. Il suo principale vantaggio è la capacità di focalizzare il messaggio e l’attenzione degli utenti su pochi ma essenziali concetti, necessari per comprendere l’intero messaggio. Nasce dall’unione di grafica, giornalismo e informatica, ma il suo impiego è oggi diffuso praticamente in ogni dove.

Ricordate quanto scritto in occasione dell’articolo sulla narrazione per immagini? L’immagine è capace di trasmettere il messaggio in maniera efficace ed immediata. Aspetto essenziale, nell’epoca della digital communication, in cui la rete è talmente satura di contenuti informativi da rendere l’utenza frettolosa, bisognosa di contenuti immediati e diretti, prestando attenziazione solo ai messaggi (testuali e grafici) essenziali e concisi. Lo ha capito chi ha pensato bene di rendere l’information design un business: bastano un pizzico di competenze di grafica, la conoscenza degli argomenti trattati, ma soprattutto tanta creatività, et voilà: il gioco è fatto!

infografica-1

Partiamo col botto, con un’infografica dedicata a due dei più grandi piaceri della vita: il sesso, ed il buon cibo. Tutti conosciamo i benefici del sano e corroborante rapporto di coppia, sia per la mente che per il corpo. Ma quanti di noi conoscono l’effettivo consumo di energie (ovvero calorie) che comporta il rapporto? Ecco la risposta! Un modo per unire utile e dilettevole: tenerci in forma, rinsaldare il rapporto di coppia, regalarci concessioni goliardiche. Magari tutto quanto assieme…mmm…

infografica-2

Il tacco (o decolleté, che fa più chic) è l’emblema della femminilità, dell’eleganza, della sensualità. Dell’essere donna, insomma. La sua capacità di fornire qualche centimetro in più di altezza, ma soprattutto lo slancio offerto a caviglie e gambe, meritano il sacrificio di camminare su trampoli, neanche si fosse equilibristi del circo. Non ho mai capito come facciate voi donne a riuscirci, ma davvero tanto di cappello. Ad ogni modo, adesso conoscete numericamente quali sono i benefici per il vostro lato b. E noi maschietti apprezziamo, sappiatelo!

infografica-3

«E questo cos’è?». Se vi faranno questa domanda, probabilmente sarà già troppo tardi! Quello degli investigatori privati inizia ad essere un mestiere più serio di quanto inizialmente si potesse credere. Se avete qualcosa da nascondere al vostro partner, ecco un vademecum dei principali “pericoli” cui andate incontro. Summa del discorso: non fate mai e poi mai trovare un accessorio non appartenente al vostro lui/lei. Potreste assistere…alla rinascita dei draghi!

infografica-4

Qualche settimana fa vi ho parlato del selfie (autoritratto fotografico) e della preoccupante diffusione del fenomeno che, complici i social network, tende sempre più ad esaltare l’ego dell’individuo. Ecco la conferma: chiamata “selfie syndrome”, la smania di condividere contenuti e rendersi il più possibile visibili al “popolo della rete” sta profondamente modificando la percezione di noi stessi, esaltandone all’eccesso il lato narcisistico. Un preoccupante messaggio, che rischia di tradursi nella nascita di un nuovo rapporto di coppia: quello del singolo individuo con sé stesso (o col suo profilo social, se preferite).

infografica-5

Ecco un appassionato di fotografia come me. Quantificando gli scatti fotografici realizzati, e suddividendoli in funzione dell’orario, emerge che i momenti migliori della giornata per fare foto sono quelli con le condizioni di luce ottimali: alba e tramonto. Non mi si dica più che sono pazzo a svegliarmi di primo mattino per fotografare la nascita del sole. E’ uno spettacolo che offre il migliore dei buongiorni possibili, e vi assicuro che ne vale la pena.

infografica-6

Chiudiamo in bellezza, sottolineando uno degli elementi essenziali per la creazione di un’efficace infografica: la creatività. Prendete carta e penna: secondo studi statistici, risulta che tra i migliori momenti per “partorire un’idea” vi sono la doccia, l’attività sportiva, la pausa caffè. Da non sottovalutare poi i benefici del sonno e, in particolare, la funzione ispiratrice della musica. Ad ognuno, dunque, la sua fonte di ispirazione!

Nell’ambito della comunicazione, l’infografica è uno strumento portentoso! La conoscevate? ne avete realizzata qualcuna?

Crediti infografica

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.