La libertà d’informazione che offre la Rete è diventata mezzo di contagio di un diffuso tuttologismo, dove tutto è a portata di tutti. Soprattutto i social network. Mi dispiace ma non è così. Vuoi il social media fatto apposta per te? Devi rivolgerti ai professionisti!

 

Vivo a Catanzaro, in Calabria. Terra magnifica, fatta di tradizioni e usanze fantastiche, di una cultura gastronomica così ‘bona che convertirebbe il più fedele sostenitore del culto della – brrr – dieta. Una terra di persone con il cuore grande quanto una casa. E con la bocca – ahimè – più grande ancora!

A vucca è na ricchizza.

Letteralmente: la bocca è una ricchezza. E’ uno dei modi di dire più diffusi da queste parti, monito verso chi è solito raccontare frottole o dare per scontato che sia facile il lavoro altrui. In soldoni, è un modo per sottolineare che chiunque può dire qualsiasi cosa, ma poi sono i fatti quelli che contano.

I social network sono uno strumento di marketing a tutti gli effetti.

Hai presente la cara vecchia pubblicità? Esatto, quella che vedi ogni giorno in televisione. Anche quello è uno strumento di marketing. Una domanda: hai mai realizzato una pubblicità per la tv? ti hanno mai chiesto di farlo, o al contrario ti sei proposto in tal senso?

A meno che tu non lavori all’interno di un ufficio marketing credo proprio la risposta sia no. Il perché è semplice: non ne possiedi le necessarie competenze. La materia è tanto delicata che possiamo – io e te – immaginare solo una minima parte del lavoro necessario. Pensa: oltre alle capacità tecniche occorrono psicologia cognitiva e analisi sociologica. Bene. I social network sono la stessa identica cosa.

Il fai da te è un hobby, non una professione!

Perché allora tutti sono convinti di saperli utilizzare? perché in Agenzia, dove dietro ai social stiamo buttati giornate intere, dobbiamo sentirci dire che il nostro lavoro è alla mercé di tutti? Presunzione, probabilmente. La famosa “bocca larga”, non c’è dubbio. Ma il problema principale sai qual è? E’ che questi strumenti fanno parte della vita di chiunque. Non importa che vengano utilizzati solo per cazzeggiare. E’ nella natura umana acquisire familiarità attraverso l’uso, e per riflesso convincersi della sua capacità d’impiego. Ergo, che bisogno hai di pagarci per un lavoro che tu stesso puoi – e sai – benissimo svolgere?

La differenza c’è. E’ sottile tanto quanto quella tra un abito industriale e uno fatto su misura.

social-media-fai-da-te

Ti invitano a un matrimonio. La prima cosa che fai è controllare il guardaroba. Toh, ti manca l’abito. Contatti allora il sarto per fartene realizzare uno su misura. Bene. Noi di Shape siamo il sarto fatto apposta per te. Tu ci dici quali sono i tuoi gusti e noi troviamo e costruiamo il profilo social su misura per te. Non ci credi?

Se c’è una cosa della quale abbiamo bisogno è la tua fiducia.

E’ vero: non esiste una disciplina di riferimento per la nostra materia, e di certo non mi arrogo il diritto di screditare la concorrenza – un’altra Agenzia. Ma stai sicuro che tra un’Agenzia e un privato il divario è enorme.

Non mi riferisco alla qualità delle foto che pubblichi. Certo, anche l’occhio vuole la sua parte. Ma se la differenza si limitasse a questo ti basterebbe acquistare una nuova fotocamera per aggirare l’ostacolo.

E no, non mi riferisco neppure alle logiche e ai tecnicismi di cui la blogosfera è piena zeppa. Sugli orari di pubblicazione e sulle dimensioni delle immagini trovi tanta di quella roba che alla fine ne saprai più di noi.

Mi riferisco piuttosto al tempo. Se hai un’impresa, quanto tempo credi di poter dedicare ai social? Non basta pubblicare contenuti sparsi nell’arco della giornata. Se vuoi avere successo devi sapere CHI è il tuo cliente ideale (target), devi ascoltarlo per sapere QUALI sono i suoi interessi – mai sentito parlare di listening analysis? Non solo QUANDO, ma anche DOVE, e soprattutto COME – e PERCHE’ – gettare l’amo. Altrimenti è un lancio a vuoto. Ovvero uno spreco di tempo. E quindi di denaro.

A te la tua azienda, a noi i social network. Mi sembra equo, non trovi?

social-media-listening-analysis

Non è finita qui: hai mai gestito davvero un social? sai che ne esistono diversi, con pubblici e linguaggi differenti? Tutti siamo su Facebook. Almeno un miliardo. Ciò non toglie che pochi lo fanno come si deve – a scopo professionale intendo. Sai quante aziende incontro quotidianamente – sì, perché i social network sono una piazza – con un profilo personale? Ogni tanto esce fuori l’aggiornamento sullo status sentimentale. Che risate! No, non mi dire: anche tu l’hai fatto?

Dai, si può sempre correggere il tiro. L’importante è capire l’errore, e ammettere che ognuno deve fare il suo mestiere. Noi, per esempio, giammai sapremmo fare quello che sai fare tu. Ma il social media marketing… con quello sì che ce la caviamo!

Crediti foto: metrojppureenergiesscenariomag.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.