È la bionda più amata e desiderata dagli italiani, e non solo. Il popolo dei suoi ammiratori è sparso in tutto il globo.


Diciamolo pure: a chi non farebbe gola una bionda naturale, gustosa, spumeggiante e graffiante? Rifacendoci ai mitici spot e caroselli che hanno fatto sognare le generazioni degli ultimi 150 anni, anche a noi piace giocare simpaticamente su quel doppio senso che tanto ha fatto arrabbiare il mondo delle femministe, ma che allo stesso tempo si è rivelato una delle operazioni commerciali meglio riuscite nella storia della pubblicità.

Lo avrete capito, stiamo parlando dell’apprezzata e popolare “Birra Peroni”.

Avvenenti e conturbanti, sono tante le bionde del mondo dello spettacolo che a partire dagli anni Sessanta hanno dato voce allo slogan “Chiamami Peroni, sarò la tua birra”, entrando nell’immaginario collettivo e dando vita al mito della “bionda più amata”.

Le fatali e maliziose parole sono state pronunciate dalla modella Solvi Stübing, poi da Jo Whine, Michelle Gastar, Anneline Kiel, persino da Milly Carlucci, l’unica italiana scelta per una campagna Peroni. Un tormentone azzeccato al punto da sopravvivere per più di vent’anni in quelle scene che hanno saputo stare al passo con i cambiamenti della società. Successivamente, nel ’93 sugli schermi televisivi compare la svedese Filippa Lagerbäck: la sposa che ti tieni per la vita, la bionda Peroni che non tradisce (“Una bionda per la vita“). L’abbinamento inconscio e sottile di un’ammiccante e sensuale ragazza bionda, con la birra dorata e spumeggiante aveva funzionato. Non ci sono dubbi. Ma nel 2004 l’azienda decide di operare un totale cambio di rotta. Fu proposto, infatti, un messaggio pubblicitario fondato sull’amicizia e la condivisione, attraverso lo spot: “Peroni, una di noi”. Per arrivare poi al corrente 2016: che sia un attimo o un vita intera è la passione quella che conta, “Peroni, fatta con passione da 170 anni”. In 30 secondi Peroni racconta momenti di vita quotidiana ma sempre vissuti con passione: un lavoro fatto di dedizione, una partita di rugby, un brindisi tra amici, una notte passata sotto le stelle. A fare la differenza insomma è sempre la passione. In tutte le cose, anche nella produzione della famosa bevanda al luppolo. Un messaggio che l’azienda birraia ha voluto far arrivare agli utenti facendo leva sulla forza della comunicazione, già sfruttata nel corso del tempo per raggiungere il successo.

Sempre attraverso lo stesso efficace mezzo la ditta Peroni ha deciso di permettere a tutti di capire quali siano i valori fondamentali sui quali viaggia e si poggia ormai da 170 anni il suo prodotto lanciando una campagna dedicata proprio alla promozione degli stessi: qualità, sostenibilità, tradizione, talento e passione. Grazie alla collaborazione con “What Italy Is” (una piattaforma social che fa da contenitore ad un progetto fotografico collettivo che ha un unico scopo: raccontare le storie, la cultura e le persone, in altre parole la bellezza che popolano la nostra Italia) sono nati cinque scatti, uno per ogni valore dell’azienda, diventati colonne portanti della visual identity del sito.

Qui puoi trovare il rapporto di sostenibilità ma anche l’archivio digitale del Museo Birra Peroni. Oltre a tanti documenti video e non.

Le immagini più eloquenti di mille parole consegnano all’utente la storia che c’è dietro ad una bottiglia o ad una lattina che chiunque può comprare al supermercato. Tutti devono sapere che prima della bottiglia ghiacciata da stappare in compagnia, prima della schiuma che sale vorticosa nel bicchiere al primo appuntamento con il ragazzo che ti piace,  prima della fermentazione stessa. Prima di ogni cosa, quando si parla di Birra Peroni c’è ad esempio l’impegno e il lavoro incessante di tante persone.  Si tratta di una scelta comunicativa particolare, lanciata sull’innovazione e la responsabilità d’impresa. Ma anche un modo diverso di raccontare la propria azienda. Evidenziando l’innovazione nella comunicazione Corporate, che punta a parlare a tutti. Per far comprendere la propria eccellenza e i propri prodotti di alta qualità utilizzati per produrre le birre. Come l’orzo 100% italiano e il mais Nostrano, eccellenze dell’agricoltura nazionale. Quanto detto rientra nel capitolo della qualità, a cui si affianca quello altrettanto importante e per certi versi più complesso della sostenibilità: partendo dalla filosofia green l’80% della carta e del cartone delle confezioni, il 60% dell’alluminio delle lattine, il 75% dell’acciaio dei tappi e il 71% del vetro delle bottiglie è costituito da materiali riciclati. Inoltre è evidente il forte legame di Birra Peroni con la propria filiera, al fine di contribuire attivamente alla crescita e allo sviluppo del sistema economico. Molte le iniziative che ogni anno l’azienda attiva per raggiungere i propri obiettivi in termini ecologia e impatto sull’ambiente.

Dietro la spensieratezza e la leggerezza che regala una birra fresca c’è una lunga tradizione che nel tempo è stata tramandata, curata e innovata con gli occhi puntati sempre verso il futuro. Il passato è custodito nella struttura museale che si trova – insieme a quella dell’Archivio Storico, per un totale di 500 mq – all’interno dell’attuale Stabilimento Birra Peroni di Roma, situato in area industriale Tor Sapienza, e le nuove sfide non sono mancate e non mancheranno. In questa lista si possono annoverar le ultime arrivate in casa Peroni: la Chill Lemon, rinfrescante e a bassa gradazione o la senza glutine indicata per i celiaci.

Che dire: se continua ad essere la bionda più amata un motivo ci sarà!

Buzzoole

Rosita Mercatante

Giornalista, opinionista, volto televisivo e voce radiofonica con la testa nel pallone. Sono una delle poche ragazze che vi accompagnerà felice allo stadio! Romantica e sognatrice, ho sangue argentino nelle vene ma al tango preferisco il balletto delle notizie: scrivere è l’imperativo di ogni mia giornata! Nel futuro della mia terra ci credo davvero e ci metto il cuore per dare il mio piccolo contributo. Seguitemi, potete trovarmi alla Catanzaro Design Week 2016, o anche quest’estate in spiaggia. Per il mare provo amore incondizionato (solo per lui!)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.